Crea sito

Search

Categories

Archives

Recent Posts

27
lug

La spia dei maghi

La spia dei maghi

 

Oggi torno a parlarvi di un libro di una della autrici che più mi aveva divertito in passato e che più mi delude oggi:  Trudi Canavan che con “la spia dei maghi” apre una nuova saga fantasy.

Il libro parte bene, sulla scorta degli inizi della precedente trilogia, ma delude presto.

Tutto è ordinaria amministrazione, descrizioni infinite e noiose della vita di un mago o di una maga nera, Sonea, tanto potente quanto spaventata, al punto da non poter uscire di casa liberamente. Ma spaventata di cosa? Del giudizio altrui? Dei suoi colleghi? Della droga? Forse della sua ombra e del suo passato ribelle (durato poco per altro).

Poche sorprese e nessuna emozione vera: è un libro di normalità.Nessuno scontro, se non qualche scaramuccia verbale. Nessuna passione, nessuna sorpresa solo paure e dubbi.

Poi arriva la droga. Piaga sociale mai conosciuta dai maghi e… mi addormento solo pensare di scriverne anche io.

Tutto sommato il libro non è scritto male, ma ha una grande colpa: è noioso .La trama all’inizio si prestava a numerose evoluzioni interessanti, nessuna con un seguito decente.

Tutto si chiude in una bolla di sapone, che alla fine scoppia e non lascia nulla, se non la strada spianata ad un seguito.

Conclusioni

Nulla di speciale. Tuttavia le altre nuove uscite della stagione non sono entusiasmanti: consigliato solo se proprio non avete nulla da leggere sotto l’ombrellone.

In sintesi

-2 Noioso

-1 Stucchevoli problemi di droga

+1 Scritto non male (cosa che di questi tempi  già merita un voto positivo)

-1 Spreco di buoni personaggi

+1 Buone basi per un seguito

 

Totale -2

 

23
lug

Un matematico racconta

Un matematico racconta il suo viaggio in Antartide: “in quei posti fa così freddo che un angolo retto a stento supera i 45 gradi “

02
lug

Barzelletta sugli ingegneri

Alla domanda “sa cucinare un uovo alla coque?”, un ingegnere risponde così :
– prendo una casseruola. La riempio d’acqua. La metto sul fuoco. Quando l’acqua è giunta a bollitura , vi immergo l’uovo e attendo tre minuti.
- ma supponiamo che l’acqua sia già sul fuoco e in procinto di bollire…
- prendo la casseruola. La svuoto nel lavello. La riempio d’acqua fredda. La rimetto sul fuoco e ritorniamo al problema precedente.

Powered by AlterVista